Andrea Rossi: piccolo e’ meglio

Il blog di Andrea Rossi sul Journal of Nuclear Physics continua ad essere molto frequentato, e la curiosita’ (e, spesso, la competenza) dei lettori e’ veramente inesauribile.
Tantissime le domande che giungono a Rossi, ed interessanti le discussioni che si articolano tra i lettori.
Negli ultimi giorni parte dell’interesse pare si stia rivolgendo alle dimensioni dell’E-Cat, e alle sue applicazioni ottimali.
Infatti, un lettore che si firma Mark ha introdotto un ipotetico discorso sulla creazione di reattori in miniatura, da fare “esplodere” in maniera sicura e controllata, a cui Rossi ha risposto complimentandosi per le osservazioni.
Effettivamente, dice Rossi, i limiti di sicurezza son stati studiati, e al momento non sembra sia possibile ridurre ulteriormente le misure dei reattori.
Notando questa corrispondenza, Frank Acland ha a sua volta chiesto a Rossi quale pensa sia il vantaggio ad usare dei moduli piccoli rispetto a quelli grandi. A questa domanda Rossi ha risposto “small is better” (piccolo e’ meglio). Rossi afferma infatti che con moduli piccoli si possono fare degli impianti grandi, mentre l’inverso non e’ possibile. Inoltre molti “cats” son meno pericolosi di una singola “tiger”. Rossi poi prosegue sostenendo che la ricerca e’ orientata al conseguimento di grandi impianti con l’assemblaggio di piccoli moduli.

Frank Acland a sua volta su E-Cat World ha pubblicato il testo dell’intervista che ha fatto via skype a Mats Lewan, autore del libro su Andrea Rossi intitolato An impossible invention.
Il libro, che Rossi stesso apprezza molto, e’ stato pubblicato da pochi giorni, e pare stia riscuotendo un certo successo.
Parlando con Acland dei rapporti con Andrea Rossi, Lewan ci tiene a sottolineare che il nostro inventore non si e’ mai intromesso nella stesura del libro, lasciandogli assoluta liberta’.
Un’altra cosa che scopriamo attraverso questa intervista e’ che gli impianti di produzione di Bologna sono in realta’ piuttosto piccoli, e che ci lavorano un paio di persone occasionalmente, mentre la misteriosissima sede di Miami sembra sia stata chiusa.
Ma la curiosita’ principale la vedremo soddisfatta solo dopo l’uscita dell’ultimo test in corso sull’E-Cat da parte di terzi indipendenti. Solo allora sapremo se effettivamente Rossi e’ riuscito a portare a termine l’invenzione del secolo.

 

 

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.