Rossi E-Cat – Fusione Fredda e LENR

Andrea Rossi eCat = Low Energy Nuclear Reaction

E-Cat: sara’ data in outsourcing la produzione degli impianti tramite industrie presenti negli USA, in Europa ed in Asia

Sin da quando Andrea Rossi ha cominciato a parlare della produzione su scala industriale della sua invenzione, l’E-Cat,  tutti siamo stati immediatamente incuriositi dalle modalita’ di svolgimento di questa impresa, ponendoci molte domande sull’argomento. E su questo tema e’ tornato a parlare in queste ore un lettore del blog che Rossi tiene sul Journal of Nuclear Physics, a cui Rossi risponde dicendo che, insieme alla Industrial Heat, ha gia’ predisposto dei piani e degli accordi con una catena di industrie in America, Europa ed Asia, e che tutto e’ gia’ stato avviato per procedere tramite attivita’ di outsourcing.

LENR: nuovo articolo sulla rivista Industrial & Engineering Chemistry Research

Nuovo articolo sulle LENR, settore di ricerca in costante fermento, e nuovi ringraziamenti da parte nostra ad E-Cat World per averlo segnalato. L’articolo in questione, dal titoloOscillatory behavior and anomalous heat evolution in recombination of H2 and O2 on Pd-based catalysts” sara’ presto pubblicato sulla rivista Industrial & Engineering Chemistry Research della American Chemical Society.

La pubblicazione e’ stata redatta da un gruppo di ricercatori polacco, guidato da Erwin Lalik. Come si evince dal titolo dell’articolo, sembra che questo team di ricercatori abbia fatto delle interessanti scoperte collegate alle LENR. Questo un estratto dal loro paper:

Hot-Cat: nuovi test per la produzione di elettricita’

Anche se era da un po’ di tempo che l’argomento non veniva trattato, Andrea Rossi e’ tornato a parlare della possibilita’ di produrre elettricita’ attraverso il reattore di sua invenzione: l’Hot-Cat (ossia l’E-Cat funzionante ad alte temperature). L’occasione e’ nata da una domanda che una lettrice del blog  sul Journal of Nuclear Physics ha rivolto a Rossi.

Il nostro inventore tiene molto a questo spazio, e si occupa personalmente di aggiornarlo, rispondendo ai suoi numerosi lettori quasi quotidianamente. Tornando alla domanda posta a Rossi, nel post veniva chiesto se la ricerca per arrivare a generare elettricita’ direttamente all’interno dell’E-Cat sia stata accantonata.

E-Cat e Hot-Cat: quale resiste di piu’ in modalita’ di autosostentamento?

La corrispondenza che intercorre tra Andrea Rossi e i suoi lettori e’ sempre piuttosto fitta, ed il blog che il nostro inventore tiene sul Journal of Nuclear Physics e’ spesso il primo mezzo usato da Rossi per diffondere le novita’ riguardanti il reattore di sua invenzione: l’E-Cat.

Tom Darden (Industrial Heat) nominato CEO of the Year dalla rivista Triangle Business Journal

Negli USA c’e’ una rivista, il Triangle Business Journal, che si occupa di fornire notizie nel mondo degli affari relative all’area del North Carolina Triangle Park. Questa rivista ha appena nominato Tom Darden (CEO della Cherokee Investment Partners e Chairman della Industrial Heat LLC, licenziataria della tecnologia E-Cat di Andrea Rossi), quale uno dei CEO del 2015.

Andrea Rossi pubblica nuove foto dell’E-Cat

In mancanza di novita’ di rilievo (almeno ufficiali) riguardanti la sua invenzione, Andrea Rossi fa un regalo ai lettori del suo blog sul Journal of Nuclear Physics (ma non solo) e a grande richiesta decide di pubblicare sul suo sito nuove foto scattate all’interno dell’impianto E-Cat da 1MW.

Come spiega Rossi stesso sul suo blog, la difficolta’ principale nel rendere pubbliche le foto dell’impianto consiste proprio nell’inquadratura. E’ infatti impossibile per ovvie ragioni di riservatezza, far circolare foto che possano rivelare l’ubicazione dell’impianto o altri dettagli al momento ancora confidenziali. Questi problemi ricorreranno finche’ saranno ancora in corso i test.

E-Cat: approntato un nuovo modello dal design avanzato

Ancora una volta Andrea Rossi ci ha colto di sorpresa. Infatti, leggendo pigramente il suo blog sul Journal of Nuclear Physics in questo periodo di relativa calma, abbiamo avuto un piccolo sussulto. Ecco che nuovamente Rossi affida proprio al blog il compito di diffondere una notizia che potrebbe rivelarsi veramente importante.

Leggendo la corrispondenza che quotidianamente intercorre tra Rossi ed i suoi lettori, scopriamo che e’ stato messo a punto un modulo E-Cat dal design avanzato che consentirebbe un’uscita di 250KW ed il cui funzionamento, per ora, risulta essere stabile. Dopo questa dichiarazione ovviamente i lettori di Rossi hanno posto diverse domande sull’argomento, infatti la curiosita’ suscitata e’ molta.

Andrea Rossi + Elon Musk= E-Cat ad energia solare?

Una nuova collaborazione in arrivo per Andrea Rossi? Forse e’ ancora prematuro parlarne, ma di sicuro il nostro inventore, affiancato dalla Industrial Heat, sembra ormai lanciatissimo. Infatti potrebbe rivelarsi piuttosto interessante e ‘profetica’ una risposta data da Rossi tramite le pagine del suo blog sul Journal of Nuclear Physics.

Un suo lettore infatti suggeriva l’utilizzo della tecnologia predisposta dalla Tesla Motors Powerwall per avviare il funzionamento dell’E-Cat, nonche’ per immagazzinare l’energia prodotta e chiedeva a Rossi se sia stata mai presa in considerazione l’idea di collaborare con Elon Musk della Tesla.

E-Cat: quali sono i principali fornitori dei suoi componenti?

Dopo la presenza di Tom Darden (uno dei fondatori della Industrial Heat) alla ICCF19, diciannovesima International Conference on Condensed Matter Nuclear Science, tenutasi a Padova a meta’ aprile, poche novita’ di rilievo ci sono giunte da Andrea Rossi.

Ciononostante il suo blog sul Journal of Nuclear Physics e’ sempre in fermento e le domande dei suoi lettori sono pressoche’ incessanti. Ovviamente gran parte di queste domande riguardano l’andamento dell’impianto da 1MW che Rossi ed il suo team hanno installato presso gli stabilimenti di un cliente della Industrial Heat, ma spesso vengono toccati anche altri argomenti, piu’ o meno inerenti all’invenzione di Rossi.

LENR: aggiornamenti dalla 19ma ICCF di Padova

La tanto attesa ICCF19, diciannovesima International Conference on Condensed Matter Nuclear Science, si e’ aperta ieri a Padova, e forse possiamo affermare che l’edizione di quest’anno riveste un’importanza particolare. Infatti la ricerca su fusione fredda e LENR nel corso dell’ultimo anno ha vissuto una nuova primavera, e sembra proprio che il tanto anelato riconoscimento stia (seppur faticosamente) arrivando.