Andrea Rossi ci chiede di essere pazienti

Il tempo vola, e suppongo che una parte di voi stia ormai perdendo le speranze di veder pubblicato il famoso report che terze parti indipendenti stanno preparando dopo aver testato per un lungo periodo l’E-Cat.
Del test sappiamo solo che non si sta svolgendo ne’ in Italia, ne’ negli USA, e che un gruppo di ricercatori di diverse nazionalita’ ci si sta dedicando.
La pubblicazione dei risultati, che doveva avvenire in primavera, e’ slittata a giugno (supponiamo ormai verso la fine) e Andrea Rossi ancora non rilascia comunicati in proposito.
Rossi ha piu’ volte fermamente ribadito che nessun tipo di censura verra’ applicata agli esiti di questi esperimenti in corso, i cui risultati vedranno la luce sia che essi siano positivi che negativi.
Ma sul suo blog sul Journal of Nuclear Physics (e non solo) l’impazienza sale, e questo silenzio di sicuro non sta giovando alla credibilita’ di Rossi.
Frank Acland di E-Cat World ha chiesto esplicitamente numi a Rossi, domandandogli se a suo avviso la prospettata scadenza di giugno verra’ rispettata.
La replica di Rossi non aggiunge nulla a quanto gia’ sapevamo, ossia che la pubblicazione del report non dipende in alcun modo da lui, e chiede garbatamente ma senza mezzi termini di non porgli piu’ questa domanda e di avere pazienza.
In molti, soprattutto i detrattori, diranno che di pazienza ne abbiamo avuta gia’ tanta.
Ma secondo la nostra opinione, considerata l’importanza del progetto di Rossi, qualche settimana forse la possiamo ancora aspettare.
Sperando che, in mancanza del report, abbia luogo almeno una conferenza stampa che ci ragguagli su quanto sta avvenendo.

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.