Andrea Rossi: gli impianti industriali hanno gia’ ottenuto la certificazione di sicurezza

Frank Acland, di e-catworld.com, ha inoltrato ad Andrea Rossi una serie di domande attraverso il blog tenuto da Rossi  sul Journal of Nuclear Physics.

E Rossi, sempre lieto dell’interesse di Acland e dei suoi lettori, anche questa volta ha risposto.

Come di consueto lo stile usato e’  estremamente asciutto e conciso, e immancabile e’ stato anche il riferimento alla riservatezza di alcune informazioni.

Ecco i sei interrogativi posti da Acland:

1. l’importanza ai fini commerciali dell’esito dei test che terzi stanno svolgendo.

2. Il partner americano: sara’ coinvolto nella commercializzazione della tecnologia di Rossi al di fuori degli Stati Uniti?

3.  Che tipo di societa’ e’ quella del partner americano (public company?).

4. A che punto e’ la richiesta di certificazione di sicurezza dei primi impianti industriali in Europa e negli USA.

5. Lo stato di produzione del primo impianto non-militare a bassa temperatura.

6. A che punto e’ la produzione del prototipo dell’hot cat.

Le risposte di Rossi , come dicevamo, estremamente essenziali, son state queste:

1. non sono collegati.

2. Si.

3. Riservato

4. Abbiamo gia’ ottenuto la certificazione di sicurezza

5. Quasi completato.

6. Avanzata, gia’ in fase di collaudo.

Chiaramente, ancora una volta, bisogna fidarsi delle parole di Rossi, poiche’ al momento non abbiamo modo di verificare le sue affermazioni.

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.