Andrea Rossi, i suoi nemici e l’imminente presentazione dell’E-Cat QuarkX

Che Andrea Rossi non abbia mai amato particolarmente rilasciare interviste o apparire pubblicamente lo sappiamo benissimo, ma recentemente (forse anche a causa dell’azione legale intrapresa contro la Industrial Heat) le sue apparizioni pubbliche si sono ulteriormente diradate. Fortunatamente pero’ e’ possibile restare aggiornati sulla sua attivita’ seguendo il blog che Rossi in persona aggiorna sul Journal of Nuclear Physics.

Il blog viene aggiornato quasi quotidianamente e grazie alle numerose domande dei lettori di Rossi spesso abbiamo modo di scoprire le ultime novita’ circa lo sviluppo dell’E-Cat. Rossi infatti, nonostante le recenti difficolta’, ha tutt’altro che abbandonato la sua ricerca, ed ultimamente si dedica prevalentemente alla messa a punto dell’E-Cat QuarkX, l’ultimo reattore di sua invenzione. Rossi ed il suo team stanno dunque lavorando a ritmo serrato per riuscire a presentare al nuovo cliente un prodotto funzionante, che dovrebbe essere presentato pubblicamente in Svezia ed negli USA nel mese di febbraio del 2017.

Tra quanti seguono Rossi la curiosita’ cresce di giorno in giorno e nonostante i tanti no comment, Rossi ci fornisce diversi dettagli sull’attivita’ in corso. Ad esempio, nelle ultime ore Frank Acland (E-Cat World) ha domandato a Rossi se durante questo periodo di R&D abbia ricevuto visite da rappresentanti di aziende interessate alla sua tecnologia. Rossi ha risposto di no, affermando che il lavoro attualmente si sta svolgendo a porte chiuse.

Un altro lettore chiede invece a Rossi se il materiale di cui e’ composto l’E-Cat QuarkX si trova in commercio o se e’ stato appositamente inventato. Rossi risponde che il materiale e’ stato inventato poiche’ nessun materiale disponibile in commercio potrebbe reggere le temperature a cui arriva il reattore.

In questi giorni sul blog di Rossi si e’ riaffacciata anche una vecchia conoscenza, Hank Mills, che pone dei quesiti partcolarmente interessanti. Prima di tutto chiede se i primi reattori testati nel 2008 a Bondeno utilizzassero del litio, e se per i test condotti nel 2011 siano stati utilizzati gli stessi “ingredienti” di quelli utilizati a Bondeno nel 2008. Inoltre Mills segnala a Rossi (riferendosi probabilmente a Krivit, nemico storico di Rossi) che da un certo sito internet sono stati rimossi dei commenti rilasciati da Toni Tether in favore di Rossi (Tether ha assistito a delle dimostrazioni sul funzionamento dell’E-Cat).

E infine, Mills domanda a Rossi se nel corso della presentazione pubblica dell’E-Cat QuarkX sara’ consentito a terze parti di fare delle piccole presentazioni su repliche di successo del Rossi Effect. Ecco cosa replica Rossi: alla prima domanda risponde di si, aggiungendo pero’ che gli esperimenti sono in continua evoluzione. Per quanto riguarda i commenti di Tether afferma di non saperne nulla e, per concludere, afferma di non avere ancora deciso i dettagli della presentazione.

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.