Cold fusion – chi altro se ne occupa?

Su questo blog ci siamo finora occupati degli sviluppi delle ricerche condotte da Andrea Rossi con Sergio Focardi.  Vi abbiamo aggiornato sulle loro disavventure (Defkalion) e possibili successi negli USA (AmpEnergo).

Ma chi altro sta tentando di trovare concretamente delle fonti di energia alternativa, e in particolar modo di commercializzarla?

Oltre alle gia’ menzionate AmpEnergo e Defkalion, sono recenti le notizie di altre aziende attive nel settore.

Sta avendo molta copertura mediatica la (misteriosa) ricerca effettuata dalla Energetics Technology. Benche’ non abbia fornito dati concreti sulla sua ricerca, ne’ abbia definito i suoi piani commerciali, la Energetics  e’ riuscita ugualmente a ricevere cospicue donazioni da aziende private.

Un’altra azienda che pare stia sviluppando un prodotto molto simile all’E-Cat di Andrea Rossi e’ la Brillouin Energy Corporation (BEC). Quest’azienda americana e’ riuscita a raccogliere fin qui molti fondi e promette grandi innovazioni nel campo dell’energia pulita.

Queste sono le piu’ note finora.

Pare invece sia infondata la notizia riportata da alcuni blog che la Star Scientific Limited si stia occupando di fusione fredda. Anzi, dalla descrizione del progetto a cui stanno lavorando che potete trovare sul loro sito (chiamato muon catalyzed fusion) , sembra piuttosto che sviluppino qualcosa di piu’ vicino alla fusione a caldo.

Certamente il settore e’ in continua evoluzione, ed e’ facile prevedere che ci saranno altri investitori disposti a sponsorizzare aziende che effettuano ricerca nel campo della fusione a freddo.


 

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.