E-Cat: approntato un nuovo modello dal design avanzato

Ancora una volta Andrea Rossi ci ha colto di sorpresa. Infatti, leggendo pigramente il suo blog sul Journal of Nuclear Physics in questo periodo di relativa calma, abbiamo avuto un piccolo sussulto. Ecco che nuovamente Rossi affida proprio al blog il compito di diffondere una notizia che potrebbe rivelarsi veramente importante.

Leggendo la corrispondenza che quotidianamente intercorre tra Rossi ed i suoi lettori, scopriamo che e’ stato messo a punto un modulo E-Cat dal design avanzato che consentirebbe un’uscita di 250KW ed il cui funzionamento, per ora, risulta essere stabile. Dopo questa dichiarazione ovviamente i lettori di Rossi hanno posto diverse domande sull’argomento, infatti la curiosita’ suscitata e’ molta.

Ad esempio Frank Acland di E-Cat World chiede al nostro inventore se sia sua intenzione dirigersi verso la produzione di impianti composti da meno reattori ma piu’ larghi. Anche perche’, ipotizza Acland, in tal modo sarebbe meno complesso produrli e controllarli. E la risposta di Rossi e’, seppur telegrafica, affermativa (infatti si e’ limitato a rispondere semplicemente “Yes”).

Invece Steven Karels vorrebbe sapere se sia possibile, attraverso opportune modifiche, convertire le attuali unita’ da 1MW in unita’ da 25MW, e questa volta Rossi spende qualche parola in piu’ nel rispondere. Rossi infatti afferma che gli E-Cat son costruiti per produrre una specifica quantita’ di energia, e cio’ non puo’ essere modificato: non e’ possibile infatti trasformare un E-Cat da 20KW in uno di potenza superiore, mentre invece, teoricamente, sarebbe forse possibile fare un impianto da 1GW con dei moduli da 250KW.

Vedremo nei prossimi mesi quali altre sorprese ci riserveranno Andrea Rossi e la sua invenzione.

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.