E-Cat: l’importanza di Sergio Focardi

La scomparsa del Professor Focardi avvenuta lo scorso 22 giugno ha certamente addolorato profondamente chi lo conosceva, e non solo professionalmente.

In ambito scientifico lascia un grande vuoto, poiche’ grazie anche a lui, alla sua calma e determinazione, l’argomento fusione fredda non e’ stato archiviato, e ha raggiunto gli sviluppi recenti.

Sergio Focardi e’ sempre stato un sostenitore della fusione fredda e delle LENR, e in questi ultimi anni della sua carriera scientifica ha affiancato Andrea Rossi nello sviluppo dell’E-Cat.

Ed e’ stato proprio Andrea Rossi, oltre all’Universita’ di Bologna, a darci la triste notizia tramite il suo blog sul Journal of Nuclear Physics. Un Rossi sinceramente addolorato e grato nei confronti del Professore, a cui riconosce pubblicamente i meriti nello sviluppo della sua invenzione, l’Ecat.

E rispondendo a diversi post giunti in questi giorni, Rossi sta spiegando meglio in cosa e’ consistita la collaborazione con Sergio Focardi. Rossi ci spiega che il contributo del Professore e’ stato fondamentale per risolvere i problemi inerenti alla sicurezza. Inoltre Focardi ha insegnato a Rossi molti dei fondamenti di fisica di cui aveva bisogno per progredire con la sua invenzione, senza dimenticare che ha svolto le misurazioni preliminari sui reattori fatte dal 2007 al 2010. Migliaia di misurazioni, prima di giungere alla prima presentazione avvenuta nel gennaio del 2011. Racconta poi Rossi che con il Professore ha svolto presso l’impianto nucleare di Brasimone (negli Appennini, tra Bologna e Firenze) i test per misurare le radiazioni al di fuori del reattore a piena potenza.

Insomma, la presenza del Professor Focardi e’ stata veramente fondamentale, e chissa’ se in questi ultimi anni avesse gia’ organizzato con Andrea Rossi anche la sua sostituzione.

 

 

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.