E-Cat: presto fabbriche in Europa

Andrea Rossi si e’ lasciato tentare da Antonella Spotti Basilico, e ha cosi’ rilasciato una curiosa intervista al Corriere della Fantascienza.

Il colloquio tra i due e’ stato molto cordiale e “gustoso”, dandoci anche una visione privata di Rossi, che ha parlato¬† molto volentieri pure del ruolo ricoperto dalla moglie nella sua attivita’ (mi ha ricordato la moglie del Tenente Colombo, c’e’ ma non la si vede mai :-)!).

E tra una chiacchiera e l’altra l’Ingegnere ha diffuso un paio di particolari piuttosto rilevanti.

Il primo riguarda i rapporti della Leonardo Corporation con la Hydrofusion. Rossi ha parlato dei rapporti professionali tra le due societa’, confermando che la Hydrofusion ha acquisito la licenza per commercializzare in esclusiva l’E-Cat nei paesi dell’Europa del Nord.

C’e’ poi la conferma (o quasi …) della notizia gia’ corsa sul web riguardante l’apertura di stabilimenti in Europa, ed in particolare in Italia: “Molto probabilmente lavoreremo sia in Svezia che in Italia“.

Come d’abitudine pero’ Rossi non si sbilancia mai del tutto, e quindi alla successiva e legittima domanda se la fabbrica italiana avra’ sede a Bologna preferisce rispondere con un bel sorriso ed un no comment.

Ovviamente non potevano mancare cenni alla Defkalion, e il nostro inventore ha ritenuto opportuno limitarsi a confermare la rottura definitiva dei rapporti con la Societa’ greca.

Questa intervista ci ha mostrato un Andrea Rossi meno aggressivo (anche se sempre molto in guardia) e piu’ disponibile. Che si stia preparando per la campagna marketing dell’E-Cat?