E-Cat: saranno svedesi i primi impianti funzionanti?

E’ di ieri la dichiarazione di Andrea Rossi che il suo team svedese (ossia la Hydro Fusion, la licenziataria per il Nord Europa dell’E-Cat) sta lavorando duramente per permettere l’installazione di un impianto per la distribuzione di calore nell’area di Stoccolma.

Questo e’ quanto affermato da Rossi nel suo blog all’interno del Journal of Nuclear Physics, e la conferma la si puo’ trovare proprio sul sito della Hydro Fusion. Infatti sul sito della societa’, nella pagina E-Cat Business, e’ possibile leggere una sorta di annuncio in cui si dice che la Hydro Fusion Ltd sta cercando clienti pilota per gli impianti E-Cat da 1MW in Svezia e nel Regno Unito. I primi impieghi saranno per il riscaldamento e tali impianti pilota avranno lo scopo di mostrare l’E-Cat da 1MW. L’annuncio poi prosegue invitando chi fosse interessato a questa installazione pilota a contattare la Hydro Fusion.

Rossi dunque fa trasparire un certo ottimismo nella riuscita di questa impresa, ventilando addirittura la possibilita’ per gli abitanti di Stoccolma e dintorni di scaldarsi anche grazie all’E-Cat.

Tralasciando tutti i discorsi di brevetti e licenze ancora non completamente ottenuti, in questo periodo di crisi finanziaria riuscira’ veramente in nostro Ingegnere a trovare aziende abbastanza fiduciose da investire nella sua invenzione?

Chiaramente possiamo solo augurarci il successo di questa impresa, di cui nel tempo potremmo beneficiare tutti.

 

 

 

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.