Hot-Cat: dove sono ora i reattori utilizzati per il Lugano report

Tanti dettagli ancora ci sfuggono sulle modalita’ di svolgimento dell’ormai famoso test che l’ITP (Indipendent Third Party) ha svolto sull’Hot-Cat.
Uno di questi ha particolarmente incuriosito un assiduo lettore del blog che Andrea Rossi tiene costantemente aggiornato sul Journal of Nuclear Physics, che quindi chiede se i reattori utilizzati per il test siano stati restituiti ai loro ideatori.
La risposta e’ positiva.  Rossi infatti conferma che l’Hot-Cat consegnato ai Professori dell’ITP e’ stato restituito il giorno dopo il suo spegnimento. I Professori, racconta Rossi, erano in possesso di un solo reattore, perche’ gli altri due di riserva che erano stati portati a Lugano in caso di guasti non sono mai stati consegnati poiche’ non si e’ rotto nulla nel corso dei test.
Soddisfatta anche questa curiosita’, notiamo che la questione degli attuali rapporti con i licenziatari continua ad essere trattata su altri siti, ma Rossi non ha piu’ aggiunto nulla a quanto aveva affermato la scorsa settimana.
Oltre alla replica di Prometeon, E-Cat World ospita anche un post di Mats Lewan, a cui era stato chiesto se fosse al corrente della situazione della Hydro Fusion (licenziataria svedese dell’E-Cat).
Lewan scrive che i rapporti tra la Hydro Fusion e Rossi sembrano essere ancora tranquilli e che la societa’ e’ tuttora licenziataria del prodotto, anche se al momento non sembrano esserci movimenti particolari. E’ probabile, ipotizza Lewan, che nuovi sviluppi ci saranno una volta che l’impianto da 1MW che si sta producendo per il cliente della Industrial Heat entrera’ in funzione.
Per quanto riguarda invece l’offerta di riacquisto della licenza, Lewan dice che all’inizio del 2014 ha chiesto a molti licenziatari informazioni in merito. Uno di loro ha confermato che gli era stata offerta in restituzione la quota investita piu’ il 10%, cosa confermata da Rossi, e che la maggior parte dei licenziatari all’epoca aveva rifiutato questa proposta.
Altri licenziatari invece confermano di averla accettata.
Lewan in quel periodo chiese a Rossi se l’offerta fosse stata inviata anche alla Ampenergo e alla Hydrofusion, e Rossi ha risposto che era stata inviata a tutti i licenziatari.

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.