In Svezia ulteriori esperimenti con nickel e idrogeno

In Svezia, paese molto caro ad Andrea Rossi, un team di scienziati finanziati dalla Defence Materiel Agency (FMV) ha portato avanti una serie di esperimenti con nickel e idrogeno nel tentativo di riprodurre quelli condotti da Rossi e Focardi descritti nella rivista Ny Teknik.

Purtroppo l’esito e’ stato tutt’altro che incoraggiante. Nel rapporto redatto dai tre scienziati in questione (Abraham Langlet, Curt Edstrom e Jan Erik Nowacki) si sostiene addirittura che nel corso degli esperimenti non e’ avvenuta nessuna reazione positiva.

Il gruppo di scienziati, nel corso della ricerca, ha preso contatti con diversi altri colleghi operanti nel campo nonche’ con Andrea Rossi che, seppur senza rivelare i segreti del proprio catalizzatore, ha cercato di dare dei consigli ai ‘colleghi’ svedesi.

Nel rapporto vengono descritte le metodologie utilizzate ai fini di ottenere delle reazioni, ma il risultato, come dicevamo, e’ stato che ‘ne’ significativi eccessi di calore ne’ alcuna radiazione indicante reazioni nucleari son stati rilevati nel corso dei nostri esperimenti‘ (Neither significant excess heats nor any radiation indicating nuclear reactions, have however been detected in our experiments).

Il documento comunque non contiene tutti i dati ottenuti dai test, che sembra saranno resi disponibili su richiesta.

Ora resta da vedere se e quali ripercussioni provochera’ questa pubblicazione.

 

 

 

 

 

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.