Le LENR sostituiranno veramente il petrolio?

Sebbene la ricerca sulle LENR non abbia ancora portato a risultati tangibili nella nostra vita quotidiana, alcuni segnali fanno pensare che sia veramente ipotizzabile il loro utilizzo come fonte di energia in un futuro non troppo lontano.

Prima di tutto il fiorire di Convegni dedicati all’argomento a cui partecipano scienziati di caratura mondiale e poi il graduale interessamento di diversi governi nel mondo (tra cui quello USA).  E sicuramente l’attuale, serissima, crisi energetica quasi costringe a prendere in considerazione l’utilizzo di nuove fonti di energia alternative, illimitate e pulite.

Cosi’ anche le societa’ petrolifere stanno cominciando a non escludere un’eventuale entrata delle LENR sul mercato.

E proprio su questo tema vi consigliamo un articolo interessante pubblicato sul The Journal of Petroleum Technology. L’articolo e’ stato segnalato direttamente da uno degli autori, Steve Jacobs, tramite un post su E-Cat World.

Il pezzo si intitola “On the Precipice of a New Energy Source” e vede tra i suoi autori, oltre a Steve Jacobs (COO alla Decision Strategies), Patrick Leach (CEO della Decision Strategies) e David J. Nagel (CEO della NUCAT Energy). La Decision Strategies e’ una societa’ texana che fornisce consulenze alle industrie nel settore chimico/petrolifero. Mentre la NUCAT Energy si occupa di consulenza nel campo delle LENR.

Eccovi quindi alcuni passaggi (liberamente tradotti) dell’articolo pubblicato sul The Journal of Petroleum Technology (cliccare Contents sul menu, l’articolo e’ a pagina 18), iniziando dai paragrafi di apertura:

Verso la fine degli anni 1850 l’industria baleniera viveva un vero e proprio boom nella citta’ di Lahaina, sull’isola Hawaiana di Maui. Il commercio andava a gonfie vele e molti nell’industria pensavano che l’aumento della domanda sarebbe continuato per i decenni a venire. Ma nel 1859 a Titusville, Pennsylvania, Edwin Drake scopri’ il petrolio. E il resto e’ storia.

Questo accadde 150 anni fa. Un ristretto ma crescente numero di persone nel mondo credono che si sia su un percorso simile, solo che questa volta e’ l’industria petrolifera ad essere minacciata.

La potenziale nuova fonte di energia sono le LENR (low energy nuclear reactions). Come per ogni discussione su una nuova tecnologia, si consiglia cautela. Il mondo delle LENR e’ pieno di mistero, contraddizioni, tante congetture, disinformazione, e scetticismo che talvolta sconfina nella vera e propria negazione.

Gli autori proseguono poi con una piccola cronistoria della fusione fredda e delle LENR, fino ad arrivare ai giorni nostri, citando brevemente anche Andrea Rossi ed il suo E-Cat.

Attualmente, il piu’ noto lavoro sullo LENR e’ dell’italiano Andrea Rossi e il suo catalizzatore di energia. Egli ha sviluppato un sistema funzionante con le LENR che da quanto viene riferito e’ pronto per la commercializzazione. Sebbene Rossi abbia dovuto cambiare diverse date di consegna del suo “E-Cat” , sembra fare progressi.

Nell’articolo inoltre ci si chiede se veramente le LENR saranno in grado di soppiantare il petrolio, e quali potranno essere le mosse dell’industria petrolifera.

Se si dimostrasse che funzionano, che impatto avrebbero le LENR sull’industria petrolifera? Difficile dirlo con certezza, ma senza dubbio significativo.

Proseguendo con questa riflessione.

C’e’ la probabilita’ che le LENR non riusciranno mai ad emergere come una nuova ed affidabile fonte di energia. Ma se non le LENR allora cos’altro? Alla fine qualche altra tecnologia e’ destinata a farsi avanti … Una nuova tecnologia che rende i nostri attuali approcci alla generazione di energia obsoleti. E’ vitale per una societa’ avere un processo di sviluppo strategico che riconosca e caratterizzi l’incertezza, e ne tratti adeguatamente la complessita’, includendo potenziali ‘game changers’ quali le LENR.

 

 

 

 

 

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.