Rossi E-Cat – Fusione Fredda e LENR

Andrea Rossi eCat = Low Energy Nuclear Reaction

E-Cat: Fuga di notizie

Osservate attentamente questa foto. Cosa riproduce secondo voi?

Ebbene, e’ il nuovo E-Cat (o l’hot cat, come lo chiama Andrea Rossi), la versione in grado di lavorare stabilmente ad alte temperature. Queste temperature consentono di convertire il calore in elettricita’ tramite l’utilizzo di dispositivi a stato solido.

La foto che vi mostriamo e’ stata postata in anteprima da un utente che si fa chiamare Cures.

Cures, tramite alcuni post pubblicati su diversi siti, ha reso pubbliche notizie ancora riservate riguardanti proprio questo nuovo E-Cat, riferendo i dati degli ultimi esperimenti effettuati il 16 luglio scorso.

LENR: Celani alla NIWeek

In questi giorni anche il nostro infaticabile Francesco Celani sta partecipando alla NIWeek che si sta tenendo ad Austin nel Texas.

L’evento, organizzato annualmente dalla National Instruments, sta fornendo una nuova carica di entusiasmo ai sostenitori delle LENR e della fusione fredda, mentre di sicuro costringera’ gli scettici a serie riflessioni. E l’esperimento che sta conducendo Celani di sicuro incrinera’ le certezze di molti detrattori.

E-Cat: ecco il promo australiano

httpv://www.youtube.com/watch?v=_4QeJd-Ko_8&feature=player_embedded

Sul sito e-cataustralia.com e’ possibile vedere il primo annuncio pubblicitario dell’E-Cat.

Il promo e’ piuttosto breve ed essenziale, e come noterete sono sottolineati due aspetti del prodotto: l’economicita’ e il rispetto per l’ambiente.  Nella sua semplicita’ lo spot non e’ affatto superficiale, poiche’ in pochi secondi condensa sia un piccolo messaggio ‘moralista’ (piu’ soldi per le cose piu’ importanti della vita, immagine in cui si vede Tim, il protagonista del video, in spiaggia con la famiglia), che uno puramente tecnico che spiega che l’E-Cat funziona attraverso un processo a bassa energia di reazioni del nickel.

I progetti della Defkalion

Peter Gluck, del blog Ego Out, e’ riuscito ad intervistare via skype uno degli amministratori (il nome non ci e’ dato saperlo) della Defkalion Green Technologies.

Al centro della conversazione sono stati l’importanza che assumeranno le LENR e gli aspetti commerciali relativi al lancio e alla produzione dell’Hyperion, lasciando a bocca asciutta chi come noi era desideroso di sapere dettagli piu’ ‘tecnici‘ riguardanti il prodotto della DGT.

Il misterioso manager ripercorre alcune delle tappe attraversate dalla produzione del loro reattore, partendo dalla rottura con Andrea Rossi avvenuta nel 2011. E ci permettiamo di dire che alcune similitudini con l’Ingegnere i greci le hanno mantenute, almeno per quanto riguarda il tono eclatante delle loro dichiarazioni e l’estrema ritrosia nel rilasciare dettagli.

Fusione Fredda sui banchi di scuola

Che Roma sia bella lo sappiamo tutti, ma in questi giorni per noi curiosi di un certo tipo di ricerca offre delle attrattive in piu’.

Infatti oggi con estremo piacere ve ne segnaliamo alcune di carattere scientifico.

Il primo appuntamento,  particolarmente interessante e ‘prestigioso’, si terra’ il 26 aprile, alle 14.30,  presso l’Aula Conversi del Dipartimento di Fisica dell’Università la Sapienza di Roma.  In tale data l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare terra’ un seminario sullo stato della ricerca nelle reazioni nucleari a bassa energia.

Relatori di questo incontro saranno Francesco Celani e Yogendra Srivastava, che parleranno dei loro studi sulle LENR.

E-Cat: presto fabbriche in Europa

Andrea Rossi si e’ lasciato tentare da Antonella Spotti Basilico, e ha cosi’ rilasciato una curiosa intervista al Corriere della Fantascienza.

Il colloquio tra i due e’ stato molto cordiale e “gustoso”, dandoci anche una visione privata di Rossi, che ha parlato  molto volentieri pure del ruolo ricoperto dalla moglie nella sua attivita’ (mi ha ricordato la moglie del Tenente Colombo, c’e’ ma non la si vede mai :-)!).

E tra una chiacchiera e l’altra l’Ingegnere ha diffuso un paio di particolari piuttosto rilevanti.

LENR – Se ne parla anche a Siena

Come dicevamo all’inizio dell’anno, sembra proprio che il 2012 sia un anno propizio per diffondere nuove idee ed iniziative sul tema energia.

E dopo Francesco Celani che al CERN di Ginevra ha parlato di LENR, questa settimana i riflettori sono per Francesco Piantelli.

Il nostro scienziato infatti e’ tra gli organizzatori (insieme a Celani e Spallone) del 10th International Workshop on Anomalies in Hydrogen Loaded Metals (Decimo Workshop Internazionale sulle anomalia nei metalli caricati con idrogeno) organizzato dall’ISCMNS (International Society for Condensed Matter Nuclear Science).

E-Cat in incognito

Andrea Rossi deve essere convinto che le persone che si interessano di ricerca nel campo energetico, ed in particolare all’E-Cat, siano anche appassionate del genere giallo.

E anche in questi ultimi giorni Rossi e’ riuscito con poche laconiche dichiarazioni a confondere le acque nel mare di dubbi e quesiti che si agitano intorno alla sua invenzione.

Eravamo tutti rimasti piuttosto allibiti la scorsa settimana quando, venendo a conoscenza della visita degli ispettori presso la sede della Leonardo Corporation a Miami, avevamo saputo che Rossi aveva dichiarato che attualmente la produzione e distribuzione del suo congegno sta avvenendo oltreoceano.

Andrea Rossi: La Leonardo Corporation assumera’ altro personale

Frank Acland di E-Cat World ha pubblicato il riassunto dell’ultima conversazione che ha avuto telefonicamente con Andrea Rossi.

Durante la telefonata son stati trattati alcuni dei temi salienti che riguardano il futuro dell’E-Cat.

Prima di tutto Rossi conferma di essere a capo della Leonardo Corporation anche dopo l’entrata dei nuovi investitori (che al momento non desiderano essere pubblicizzati).  Prosegue poi affermando che ora l’azienda dispone dei fondi necessari per portare avanti i propri progetti. Una fabbrica e’ gia’ in costruzione negli Stati Uniti (ovviamente, localita’ segreta) e altre, sempre negli USA, ne seguiranno.  L’Ingegnere svela inoltre che attualmente il personale con cui lavora e’ composto da 50 collaboratori e che, una volta ultimato lo stabilimento, la Leonardo Corporation assumera’ piu’ di 50 persone.

L’Hyperion in vendita prima dell’E-Cat?

Nonostante la crisi che sta scuotendo la Grecia e i violentissimi scontri verificatisi ad Atene, la Defkalion procede con la finalizzazione dell’Hyperion.

Le notizie piu’ fresche ci arrivano da Sterling Allan di PESN (Pure Energy Systems Network), che  ha fatto recentemente tappa ad Atene, recandosi presso la sede della Defkalion per vedere in prima persona il loro prodotto.

La prima novita’ che ci fornisce Allan e’ che l’Hyperion e’ vicino ad essere immesso sul mercato.  L’energia termica prodotta sara’ a prezzi competitivi.  Grazie all’utilizzo di nichel ed idrogeno nelle camere di reazione avra’ dei costi di combustibile molto bassi per una ricarica della durata di almeno sei mesi.