Rossi E-Cat – Fusione Fredda e LENR

Andrea Rossi eCat = Low Energy Nuclear Reaction

Appuntamento a Roma il 19 dicembre 2016 per parlare delle LENR

Nonostante la scienza ufficiale dimostri ancora un deciso scetticismo nei suoi riguardi, la ricerca sulle LENR (reazioni nucleari a bassa energia) coinvolge ancora molti scienziati in Italia e nel mondo, e non cennano a diminuire gli incontri dedicati a questo tema. Ed il prossimo Seminario sulle LENR si terra’ a breve proprio in Italia, e precisamente a Roma, lunedi’ 19 dicembre.

L’incontro e’ organizzato dalla Commissione Ricerca e Reattori Innovativi dell’Area Nucleare, istituita presso l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, in collaborazione con l’ENEA. Il seminario e’ offerto gratuitamente agli iscritti all’interno del ciclo di conferenze a carattere scientifico-culturale Historia Magistra Vitae”.

Come Andrea Rossi ha risolto i problemi di surriscaldamento dell’E-Cat QuarkX

Nonostante tutto lo scetticismo che lo circonda, e nonostante l’azione legale in corso contro la Industrial Heat, Andrea Rossi ed il suo team continuano imperterriti a lavorare all’E-Cat QuarkX. Recentemente, soprattutto dopo la fine della collaborazione con la IH, i detrattori di Rossi stanno rialzando sensibilmente la voce, ed i ritardi nella presentazione pubblica dei nuovi reattori stanno certamente provocando qualche perplessita’ anche tra quanti da anni segono con fiducia l’attivita’ di Rossi.

Andrea Rossi, i suoi nemici e l’imminente presentazione dell’E-Cat QuarkX

Che Andrea Rossi non abbia mai amato particolarmente rilasciare interviste o apparire pubblicamente lo sappiamo benissimo, ma recentemente (forse anche a causa dell’azione legale intrapresa contro la Industrial Heat) le sue apparizioni pubbliche si sono ulteriormente diradate. Fortunatamente pero’ e’ possibile restare aggiornati sulla sua attivita’ seguendo il blog che Rossi in persona aggiorna sul Journal of Nuclear Physics.

LENR: a che punto e’ la ricerca?

Il 2016 si sta avviando alla conclusione, e nonostante le grandi aspettative che vi avevamo riposto, nemmeno quest’anno ha portato quei cambiamenti rivoluzionari che tutti ci stavamo aspettando nel campo della ricerca sulla fusione fredda (o, come viene definita ora, LENR: Low Energy Nuclear Reaction). Quanti lavorano nel settore gia’ da anni continuano incessantemente la loro ricerca, e anche i seminari sul tema si susseguono.

Pure il nostro Andrea Rossi, nonostante la dolorosa rottura con la Industrial Heat, tiene accese le nostre speranze. Seppur senza aver ancora dimostrato il funzionamento del nuovo prototipo del suo reattore, l’E-Cat QuarkX, si dice quasi pronto ad entrare nel mercato energetico nei primi mesi del 2017.

E-Cat QuarkX: potra’ essere utilizzato per produrre elettricita’?

Il nostro Andrea Rossi e’ veramente inossidabile, e sembra proprio che non ci sia nulla in grado di affievolire la sua energia ed il suo entusiasmo. Quanti seguono il suo lavoro ormai sanno che negli ultimi tempi la sua attenzione e’ prevalentemente rivolta alla produzione dell’E-Cat QuarkX, che, a detta di Rossi procede a gonfie vele.

Il nostro inventore ed il suo team sono completamente assorbiti dai test su questo nuovo modello di reattore, e quotidianamente Andrea Rossi, dalle pagine del suo blog sul Journal of Nuclear Physics, ci aggiorna sui miglioramenti apportati. Sebbene al momento le sue dichiarazioni non siano supportate da testimonianze dirette, i suoi lettori sono ancora fiduciosi, e rivolgono a Rossi tantissime domande, che ci aiutano a farci un’idea su quest’ultima invenzione di Rossi.

Andrea Rossi: l’E-Cat QuarkX verra’ inizialmente usato per la costruzione di impianti industriali

Avrete certamente notato che, dopo la clamorosa notizia giunta questa estate riguardante la rottura con la Industrial Heat, non ci sono piu’ arrivate da parte di Andrea Rossi dichiarazioni particolarmente rilevanti riguardanti il suo lavoro. Sebbene il nostro inventore ci aggiorni quasi quotidianamente tramite il suo blog sul Journal of Nuclear Physics sull’andamento della produzione dell’E-Cat QuarkX (che sembra stia procedendo per il meglio), come dicevamo, recentemente nessuna novita’ fondamentale ci e’ stata comunicata. E soprattutto non abbiamo altre testimonianze oltre quelle forniteci da Andrea Rossi stesso che attestino i progressi del suo lavoro.

LENR: gli ultimi progressi verranno presentati nel corso del 25mo Anniversario della World Clean Energy Conference – Ginevra, 1-4 Novembre 2016

La necessita’ di trovare una soluzione al problema climatico/ambientale ed energetico e’ sempre piu’ pressante, ed ormai nel mondo sono molti gli scienziati e le industrie che dedicano le loro energie (e le loro risorse economiche) a questo tema. Dopo la recente International Conference on Condensed Matter Nuclear Science (ICCF20, tenutasi in Giappone dal 2 al 7 ottobre), l’attenzione si sposta ora in Europa, dove dal 1 al 4 novembre si celebrera’ il 25mo Anniversario della World Energy Conference.

Andrea Rossi e’ ottimista: l’E-Cat in commercio entro il 2017

E’ sempre interessante leggere il blog tenuto da Andrea Rossi sul Journal of Nuclear Physics. Infatti il filo diretto tra il nostro inventore ed i suoi lettori e’ sempre costante, e nemmeno il trascorrere del tempo e le inevitabili battute d’arresto sembrano spezzare la speranza che in tanti ripongono in lui.

Persino quando Rossi non rilascia dettagli specifici (sappiamo bene come Rossi spesso si trinceri dietro dei no comment per problemi di segretezza), i suoi post ci danno un’idea dell’aria che si respira in casa Leonardo Corporation. Ed in questo periodo, nonostante la burrascosa fine della collaborazione con la Industrial Heat che ha portato all’azione legale in corso, Rossi sembra piu’ ottimista ed entusiasta del solito.

E-Cat QuarkX: quale direzione sta prendendo la produzione?

La sperimentazione dell’ultimo prodotto di Andrea Rossi, l’E-Cat QuarkX, procede a pieno ritmo, e niente sembra fermare il nostro inventore, nemmeno l’uragano che in queste ore sta per toccare la Florida. Sembra inoltre che la produzione dell’E-Cat QuarkX stia veramente entusiasmando Rossi, che e’ particolarmente incline a rispondere ai suoi lettori dalle pagine del Journal of Nuclear Physics. Dunque: cosa sappiamo finora di questo reattore?

Fusione Fredda: dal 2 al 7 ottobre la 20a Conferenza Internazionale

Anche se l’alone di scetticismo che circonda la ricerca sulla fusione fredda e’ tutt’altro che svanito, sempre piu’ scienziati continuano instancabilmente a dedicare le loro energie a questa ricerca e annualmente si ritrovano per confrontare i loro risultati e fare il punto della situazione. Questo dunque lo scopo della Conferenza Internazionale sulla Fusione Fredda (International Conference on Cold Fusion), denominata negli ultimi anni International Conference on Condensed Matter Nuclear Science, giunta ormai gia’ alla 20a edizione.