Andrea Rossi: l’Hot Cat sul mercato entro il 2013

Andrea Rossi riceve sempre tantissime domande sul blog tenuto sul Journal of Nuclear Physics, che rivelano la curiosita’ e ‘l’impazienza‘ che serpeggia tra chi e’  a conoscenza della sua invenzione.

E Rossi risponde, molto stringatamente, ma non si nega. Anche se bisogna ammettere che piu’ che fugare dubbi o dare dimostrazioni di quanto sta facendo non fa altro che alimentare ulteriori domande.

In questi ultimi giorni  son stati pubblicati diversi post interessanti riguardanti i tempi di produzione sia degli E-Cat che degli Hot Cat.

Ad esempio, un lettore che si firma Neri B., chiede a Rossi quando potrebbe essere pronto da installare un impianto funzionante con l’Hot Cat. Il nostro ingegnere, non sappiamo se con dei dati concreti alla mano o basandosi solo sul suo ottimismo, replica dicendo: gli Hot Cat saranno sul mercato, suppongo, entro il 2013.

In evidenza poi la corrispondenza, ormai piuttosto regolare, con Frank Acland. I quesiti rivolti da Acland riguardano ancora una volta la certificazione. Ma non solo, Acland chiede novita’ pure sui tempi di consegna del primo impianto funzionante a bassa temperatura (forse vi ricorderete che era stato indicato marzo). Acland inoltre chiede se il partner americano produrra’ sia gli impianti funzionanti a bassa temperatura che quelli a Hot Cat. Questo quanto ha risposto Andrea Rossi: 1) il processo di certificazione sta procedendo sia per gli Hot Cat che per gli E-Cat; 2) conferma la consegna tra marzo ed aprile del primo impianto funzionante a bassa temperatura; 3) con un semplice ‘Yes‘ Rossi ci fa sapere che l’ormai famoso (e ancora ignoto) partner americano si occupera’ della produzione sia degli impianti a bassa temperatura che degli Hot Cat.

 

 

 

Lascia un commento...

commenti

One Comments to “Andrea Rossi: l’Hot Cat sul mercato entro il 2013”

  1. [...] toh! Qualcuno dice che Rossi scrive che suppone che forse può darsi che entro il 2013 va sul mercato. Forse, eh? Mica [...]