Andrea Rossi: nuova intervista su Math Drudge dopo il brevetto negli USA

Un passo alla volta Andrea Rossi sta acquistando sempre piu’ credibilita’ nel mondo scientifico, e senza dubbio il recente rilascio da parte dell’US Patent Office del brevetto per la tecnologia E-Cat ha fatto la differenza. Oggi, grazie alla segnalazione di Frank Acland di E-Cat World, vi parliamo dell’intervista che il nostro inventore ha rilasciato a David H. Bailey (del Lawrence Berkeley National Lab – in pensione – e della University of California) e a Jonathan M. Borwein, Laureate Professor of Mathematics presso la University of Newcastle, Australia.

L’intervista integrale e’ stata pubblicata sul sito Math Drudge e gia’ dal titolo si capisce che il pezzo e’ interessante (nonche’ lusinghiero): Interview with Andrea Rossi, LENR energy pioneer. La lunga serie di domande e risposte e’ preceduta da un piccolo preambolo riguardante la ricerca sulle LENR e dove viene introdotta la figura di Andrea Rossi, definito uno dei pionieri nel campo. Nell’introduzione si accenna anche al suo attuale lavoro sull’impianto da 1MW in funzione presso clienti della Industrial Heat, nonche’ al brevetto appena ottenuto.

Dunque, come dicevamo, 13 sono le domande che son state poste a Rossi (trovate tutta l’intervista qui: http://experimentalmath.info/blog/2015/10/interview-with-andrea-rossi-lenr-energy-pioneer/ ) che spaziano dalla sua invenzione, alle LENR, dal rapporto con la concorrenza e con i (molti) detrattori e molto altro ancora. Dal colloquio (come gia’ anticipato sul blog che Rossi aggiorna quotidianamente sul Journal of Nuclear Physics) emerge che in sospeso ci sono altre 64 richieste di brevetto.

Inoltre, parlando del futuro processo produttivo dell’E-Cat, Rossi ribadisce che l’intenzione e’ quella di offrire prezzi molto competitivi e che inizialmente i reattori verranno prodotti negli USA ed in Europa. Concludendo l’intervista, Rossi aggiunge che il suo lavoro e quello del suo team e’ estremamente difficile, e non e’ in grado ad assicurarne l’esito positivo. Proseguendo Rossi afferma che molti aspetti devono ancora essere testati e capiti, ma la sua squadra sta lavorando ai limiti estremi delle proprie capacità per fare approdare l’E-Cat sugli scaffali. Finche’ non avremo raggiunto questo traguardo, dice Rossi, sarà come se non avessimo fatto nulla. Noi invece pensiamo che Rossi di strada ne abbia fatta, che ne dite?

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.