E-Cat: i primi 400 giorni dell’impianto da 1MW

L’impianto da 1MW per la produzione industriale su cui Andrea Rossi sta lavorando incessantemente sembra ormai una realta’ consolidata. E anche se ancora non si conosce il nome del cliente dell’Industrial Heat che per primo lo ha acquistato, sappiamo quanto Andrea Rossi ed il suo team ci stiano puntando.
Il nostro inventore ne parla spesso attraverso il suo blog sul Journal of Nuclear Physics, e anche se difficilmente fornisce dettagli molto tecnici sul suo funzionamento, risponde spesso alle numerose domande che riceve dai suoi lettori.
Uno dei piu’ assidui (che si firma georgehants) chiede a Rossi se, quando in alcuni post parla di “impianto di produzione”, intende dire che questa unita’ da 1MW produce energia sufficiente a far funzionare l’intera sede operativa del cliente. E, in tal caso, se son previsti dei periodi di fermo necessari per effettuare modifiche e miglioramenti necessari al suo funzionamento.
Immediata la risposta di Rossi, che conferma che questo impianto da 1MW avra’ proprio lo scopo di fornire l’energia necessaria per portare avanti la produzione dell’azienda cliente. Quindi, prosegue Rossi, effettivamente nei primi 400 giorni di questa operazione sono previsti dei “pit stop” per fare le opportune messe a punto, unitamente alla regolare manutenzione.
L’importante, afferma ancora Rossi, e’ che in questo primo periodo di 400 giorni l’azienda continui con la sua produzione per almeno 365 giorni, e che restino a disposizione fino ad un massimo di 35 giorni di fermo per fare miglioramenti, manutenzioni e riparazioni. Il funzionamento, specifica ancora Rossi, sara’ di 24h al giorno 7 giorni alla settimana.
Collegandosi a questo argomento, Frank Acland di E-Cat World chiede se questo primo periodo di 400 giorni sia gia’ cominciato. Vi terremo aggiornati sulla risposta di Andrea Rossi.

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.