E-Cat QuarkX: potra’ essere utilizzato per produrre elettricita’?

Il nostro Andrea Rossi e’ veramente inossidabile, e sembra proprio che non ci sia nulla in grado di affievolire la sua energia ed il suo entusiasmo. Quanti seguono il suo lavoro ormai sanno che negli ultimi tempi la sua attenzione e’ prevalentemente rivolta alla produzione dell’E-Cat QuarkX, che, a detta di Rossi procede a gonfie vele.

Il nostro inventore ed il suo team sono completamente assorbiti dai test su questo nuovo modello di reattore, e quotidianamente Andrea Rossi, dalle pagine del suo blog sul Journal of Nuclear Physics, ci aggiorna sui miglioramenti apportati. Sebbene al momento le sue dichiarazioni non siano supportate da testimonianze dirette, i suoi lettori sono ancora fiduciosi, e rivolgono a Rossi tantissime domande, che ci aiutano a farci un’idea su quest’ultima invenzione di Rossi.

Ad esempio uno dei numerosi lettori del blog, rivolge a Rossi una domanda che pensiamo tanti di noi si siano posti: sara’ possibile utilizzare l’E-Cat QuarkX per produrre elettricita’? Rossi al momento non si sbilancia, e dice che al momento lui ed il suo team si stanno concentrando sulla produzione di calore, che e’ il modo piu’ efficace per far funzionare l’E-Cat QuarkX. Poi, aggiunge Rossi, il calore puo’ essere trasformato a sua volta in qualsiasi altra cosa.

Un altro sostenitore di Rossi chiede a sua volta se l’impiego di questi nuovi reattori restera’ confinato alla produzione di calore o elettricita’, o se l’invenzione potra’ avere altre applicazioni. Anche qui Rossi non si sbottona molto, e risponde semplicemente “I think there will be declinations.“. Ad ogni modo il tempo passa davvero velocemente,  e se tutto andra’ secondo le aspettative di Andrea Rossi gia’ nei primi mesi del 2017 sara’ possibile vedere l’E-Cat QuarkX in funzione.

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.