Fusione Fredda: dal 2 al 7 ottobre la 20a Conferenza Internazionale

Anche se l’alone di scetticismo che circonda la ricerca sulla fusione fredda e’ tutt’altro che svanito, sempre piu’ scienziati continuano instancabilmente a dedicare le loro energie a questa ricerca e annualmente si ritrovano per confrontare i loro risultati e fare il punto della situazione. Questo dunque lo scopo della Conferenza Internazionale sulla Fusione Fredda (International Conference on Cold Fusion), denominata negli ultimi anni International Conference on Condensed Matter Nuclear Science, giunta ormai gia’ alla 20a edizione.

La Conferenza di quest’anno e’ alle porte, si svolgera’ infatti dal 2 al 7 ottobre a Sendai, in Giappone, e molti saranno i ricercatori che vi prenderanno parte. Tra di loro un gruppo di scienziati facente parte del Martin Fleischmann Memorial Project (per brevita’: MFMP).  Questo gruppo di scienziati sta lavorando a dei tentativi di replicare, in maniera pubblica e condivisa, vari esperimenti relativi alla fusione fredda. Ricordiamo che del gruppo fa parte attivamente anche il nostro Francesco Celani, che come dicevamo partecipera’ alla Conferenza insieme a Bob Greenyer.

E proprio Greenyer ha dichiarato recentemente che l’MFMP ha messo a punto un esperimento infallibile che provera’ dal vivo la realta’ delle LENR. Di questo ovviamente il Martin Fleischmann Memorial Project parlera’ nel corso della Conferenza. Tra gli altri, numerosi,  partecipanti troviamo Vittorio Violante dell’ENEA e Peter Hagelstein del MIT. Molteplici saranno gli argomenti trattati: si andra’ dalla produzione di calore alla trasmutazione e molto altro ancora. Se siete curiosi di saperne di piu’, ecco il link per collegarsi alla pagina di presentazione dell’evento.

E Andrea Rossi? Anche quest’anno il nostro inventore, nonostante abbia svolto un ruolo importante nel rilancio della Fusione Fredda, non partecipera’ all’incontro. L’attivita’ di Rossi, soprattutto dopo la rottura con la Industrial Heat, e’ piu’ che mai controversa: chi lo incoraggia, e chi invece sostiene che stia influenzando negativamente la percezione generale sull’argomento. Ad ogni modo lui procede, ed e’ impegnato con l’ottimizzazione del suo ultimo prodotto: l’E-cat QuarkX.

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.