I progetti della Defkalion

Peter Gluck, del blog Ego Out, e’ riuscito ad intervistare via skype uno degli amministratori (il nome non ci e’ dato saperlo) della Defkalion Green Technologies.

Al centro della conversazione sono stati l’importanza che assumeranno le LENR e gli aspetti commerciali relativi al lancio e alla produzione dell’Hyperion, lasciando a bocca asciutta chi come noi era desideroso di sapere dettagli piu’ ‘tecnici‘ riguardanti il prodotto della DGT.

Il misterioso manager ripercorre alcune delle tappe attraversate dalla produzione del loro reattore, partendo dalla rottura con Andrea Rossi avvenuta nel 2011. E ci permettiamo di dire che alcune similitudini con l’Ingegnere i greci le hanno mantenute, almeno per quanto riguarda il tono eclatante delle loro dichiarazioni e l’estrema ritrosia nel rilasciare dettagli.

Secondo quanto dichiarato in questa intervista, la DGTG (Defkalion Green Technologies (Global) Ltd) sta ultimando il proprio prodotto che dovrebbe essere pronto per il mercato entro la fine del 2012. Sembra inoltre che societa’ di ben 78 paesi abbiano gia’ contattato la Defkalion per diventare licenziatari dell’Hyperion. Costo della licenza: 40.5 milioni di Euro.

La piccola novita’ che ci viene rivelata, e’ che ben 6 richieste di brevetti son state avviate, ma che solo una e’ collegata al nickel.

Per tutti i dettagli non commerciali dell’Hyperion l’intervistato chiede di avere pazienza ed attendere la prossima ICCF-17 che si terra’ a Daejeon, Korea.

 

 

 

 

Lascia un commento...

commenti

One Comments to “I progetti della Defkalion”

  1. 7voice says:

    LE CHIACCHIERE RIMANGONO SEMPRE TALI ! LUGLIO è ARRIVATO E ADESSO PARLANO DI DICEMBRE ? MA X CORTESIA .