Si potra’ produrre l’E-Cat col 3D?

Ultimamente si fa un gran parlare della tecnologia di stampa in 3D, grazie anche al successo ottenuto nella ‘stampa’ di pistole che risultano perfettamente funzionanti.
E gli appassionati di tecnologia che seguono anche gli sviluppi dell’E-Cat non si son fatti sfuggire l’occasione per porre domande ad Andrea Rossi sull’eventuale utilizzo delle stampanti 3D per ‘stampare’ gli E-Cat, assumendo anche che i costi di produzione dovrebbero essere inferiori.
Per una volta Rossi non si e’ trincerato dietro l’abituale no comment e ha ammesso che la scorsa settimana, presso gli stabilimenti del Partner americano, si e’ parlato dell’eventualita’ di utilizzare questa applicazione per produrre i reattori E-Cat.
Rossi dice poi che il modello di riferimento e’ la Rolls Royce e quanto fatto per produrre le loro turbine.

Anche Frank Acland di E-Cat World non ha nascosto il suo interesse per l’argomento, e ha domandato a Rossi: quale sarebbe per lui il vantaggio di usare la tecnologia 3D rispetto ai metodi tradizionali; se i modelli dei reattori E-Cat progettati possono essere stampati con la tecnologia 3D avvalendosi della tecnologia attualmente disponibile e se pensa ci siano degli svantaggi con la stampa 3D.
Rossi ha confermato che stanno studiando la possibilita’ di avvalersi della tecnologia 3D e che stanno analizzando quanto fatto dalla Rolls Royce per produrre le loro turbine nel tentativo di trovare la possibilita’ di applicazione per analogia alla produzione industriale dell’E-Cat. Ovviamente limitandosi a specifici dettagli, come ad esempio i moduli dei reattori, che possono essere assimilati ad alcuni particolari di una turbina.
Al momento, continua Rossi, non puo’ scendere nei particolari, ma certamente se si vuole competere con aree geopolitiche low cost bisogna esplorare tutti i mezzi possibili per contenere i costi di produzione.

La moderna tecnologia ci sta prospettando quotidianamente scenari veramente impensabili fino a pochi anni fa.
Speriamo fortemente che con l’esperienza l’uomo sia diventato piu’ saggio nel suo utilizzo.

Lascia un commento...

commenti

Comments are currently closed.